Neverart

Everdream

Biography

Antoh (Antonio Mansueto) è nato a Napoli nel 1960. Ha esposto in Italia, Francia, Germania, USA, Romania, collaborando con diverse gallerie italiane. 

Ha iniziato a dipingere ad olio dall'età di 10 anni sotto la guida di artisti napoletani, manifestando da adolescente un orientamento al surrealismo. Trasferitosi a Milano, partecipa al gruppo di artisti dell'Osservatorio Figurale (dedicato al nudo posa mossa), studia ceramica e frequenta privatamente l'artista e designer Bruno Munari (1907-1998), artista firmatario del Secondo Futurismo, di cui Antoh è profondo ammiratore.  

Dal surrealismo evolve nell'espressionismo astratto (tra cui la serie Entropica) e quindi in un personale stile che enfatizza il disegno e la linea, integrando varie correnti del novecento (spesso vengono citati richiami di fauvismo, surrealismo ed espressionismo astratto, graffitismo, pop art, decostruttivismo, art brut), in una sintesi personale che ritiene ispirata dal dinamico caos organizzato colorato, sempre in rapida evoluzione, e non sempre psicologicamente sostenibile, del periodo di inizio del XXI secolo. 

 Il linguaggio è vivace, colorato, dinamico, in equilibrio instabile; al tempo stesso positivo, divertente ma sofferente. 

Dal 2000 avvicenda alcune serie di opere dedicate a temi tra la fisica e la psicologia sociale: "ENTROPICA", che si ispira alla Bioenergetica dello psicologo americano Alexander Lowen, "MULTIVERSO" che avvicina la multidimensionalità dell'universo secondo la fisica alla complessità della società occidentale contemporanea, o "ARCHETIPO-PROTOTIPO" sulla ciclicità del tempo. 

Co-fonda alcuni gruppi di artisti, tra cui ArtIntensive (con Midori McCabe (USA)Paolo Manazza ed altri) che organizza mostre e partecipa a fiere. Vedasi www.artintensive.eu .

Nel teatro ha realizzato, tra l'altro, due commedie storiche con giovani attori del Piccolo Teatro di Milano e col contributo scenico dell'Accademia di Brera e della compagnia Teatro Aleph

Ha co-fondato e presieduto l'Associazione Villa d'Arcore con la quale propone e realizza l'apertura della sede del laboratorio di restauro dell'Accademia di Brera nelle scuderie di Villa Borromeo D'Adda di Arcorewww.villadarcore.eu 

I suoi lavori sono presenti in alcuni musei italiani, gallerie, aste e molte tra le principali fiere d'arte italiane.

Disegna gli art foulard prodotti dal marchio A.Quaranta Locatelli di Napoli

Come economista dell'arte coordina il gruppo studio beni culturali dell'Associazione Italiana degli Analisti Finanziari (di cui è stato membro del consiglio direttivo) fa conferenze e pubblica saggi sul mercato e la gestione dell'arte, nonché recensioni a gallerie e musei. Tra gli altri magazine, da segnalare la rivista AIAF (vedasi www.aiaf.it) ed Artslife (http://www.artslife.com/author/antonio-mansueto/).